CategoriaIl giornale della musica

Sergio ha iniziato la sua collaborazione con ” il giornale della musica” fin dal primo numero, nel dicembre del 1985, e nell’arco di venti anni ha scritto per il gdm circa duecento articoli , l’ultimo dei quali è uscito nel mese di febbraio 2005, pochi giorni prima della sua morte. Sergio era all’inizio il corrispondente da Firenze del gdm e per loro ha scritto interviste, recensioni, inchieste, reportages di viaggi,editoriali, ritratti, riflessioni. Per la EDT ( la casa editrice che pubblica “il giornale della musica”) inoltre, Sergio ha pubblicato “Busoni “( 1982), “L’altro Schubert” ( 2002) e curato una raccolta di scritti di Richard Strauss ( Note di passaggio, del 1991). Nella sezione ” Il ricordo” di questo sito, è contenuta ” Voci” una raccolta di scritti di Sergio, curata da Susanna Franchi, che a Sergio era legata (e da lui profondamente ricambiata) da una sincera e meravigliosa amicizia.
All’Editore Enzo Peruccio, al vicedirettore Daniele Martino, a Susanna,a tutto ” il giornale della musica” e a tutta la EDT, desidero esprimere i ringraziamenti più sinceri per tutto quello che hanno fatto e che sicuramente faranno in futuro per mantenere vivo il ricordo e l’opera di Sergio, non ultima la decisione di ripubblicare ” Busoni” il libro che Sergio ha scritto nel 1982, ormai esaurito e introvabile da anni.

Ludwig van Buscaroli

L

L’immensa biografia di Beethoven è come un’autobiografia del corrusco autoreUn libro che ci vede benissimo quando sono finalmente accecate le deliranti furie ideologiche del saggista, [...]

Leonore/Fidelio: la rivelazione

L

L’allestimento della versione 1805, diretto da Gatti al Comunale di Bologna, riscopre le intenzioni di BeethovenIl passaggio dalla commedia borghese al dramma d’ideali, distribuito in tre atti, è più equilibrato, e convincente

Fidelio

F

Enfin abbiamo capito. Può darsi che fosse colpa nostra, ma per la verità nessuno ci aveva ancora aiutato a fare chiarezza sulla questione....Il giornale della musica, (Data da verificare)

L’opera, bene collettivo?

L

Una tradizione antica che segna il passo, malgrado i tentativi per attualizzarlaLa crisi in cui versano i teatri lirici in Italia, lungi dall’essere solo economica, si sta rivelando crisi di identità, e di funzione: il pubblico non si rinnova, [...]

Il Graal dei marginali

I

Il Parsifal dell’estate di Bayreuth, diretto da Pierre Boulez, con la regia di Christoph SchlingensiefAncora una volta una regia d’opera, intelligente, ha violato l’equilibrio originale tra testo e musica, per “tradurre” i significati

Articoli